Intitolazione Liceo Artistico di Mazara a Padre Morello

Leggere il disappunto di alcuni mazaresi riguardo alla intitolazione del Liceo artistico di Mazara a Padre Morello e non a Consagra mi ha lasciato amareggiato e sconcertato.

Entrambi figli di questa terra, uno artista di fama mondiale e l’altro eminente figura di educatore e maestro.

Mi onoro di aver conosciuto entrambi e di esserne diventato amico.

Pietro Consagra ha vissuto tutta la vita a Roma ma non ha mai dimenticato le sue origini donando molte opere alla sua città natale e a diversi amici (compreso il sottoscritto).

E’ morto con il rimpianto di non essere riuscito a realizzare la facciata del “palazzaccio” municipale e, per questo motivo, era arrivato ad odiare la classe politica mazarese al punto di preferire farsi seppellire a Gibellina, che considerava la sua città adottiva.

Il Comune di Mazara si è limitato ad intitolare una sala del Collegio dei Gesuiti ove sono esposte le opere omaggiate e quelle acquistate in epoca precedente.

Soltanto recentemente il Sindaco, con i soliti comunicati stampa, ha annunciato l’intitolazione a Consagra della passeggiata del lungomare S.Vito.

Nel 1984, da Assessore alla Provincia di Trapani, ho contribuito ad esaudire il suo desiderio di realizzare una personale ad Erice.

La scelta di intitolare il liceo artistico di Mazara a Padre Gaspare Morello consegue ad evidenti, pertinenti e tangibili motivi: è stato il suo fondatore.

E’ noto a tutti che grazie al suo impegno sono sorte a Mazara tutte le scuole superiori ed anche un Centro sociale per tunisini.

Scelta giusta e grazie a tutti quanti si sono adoperati.

In conclusione, per coloro che non lo hanno conosciuto bene e oggi dissentono su questa intitolazione ritengo estremamente significativo ricordare una frase del suo testamento: “Ho fatto poco e avrei potuto fare di più e meglio”.

Mazara del Vallo, 18.04.2017

Girolamo Pipitone

Questa pagina è stata vista 25 volte, clicca sui bottoni qui sotto per condividerla, aiuterai il centro studi ad essere conosciuto anche dai tuoi amici!

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *