Girolamo Pipitone presenta la sua brochure elettorale

50 anni di impegno sociale

 

Girolamo Pipitone

ESPERIENZA E COMPETENZA

per cambiare davvero

 

 

Candidato al Consiglio Comunale  del 28 Aprile 2019

 

VOTA

 

 

 

Scrivi PIPITONE

 

“L’acqua rappresenta un bene primario irrinunciabile”

 

Stato dei pozzi di Contrada Fiumara 7 Marzo 2019

Nonostante nostre ripetute segnalazioni, totale degrado e insicurezza dei pozzi, situazione che ci ha costretto a chiedere l’intervento diretto del Prefetto di Trapani visto il rischio di inquinamento e sabotaggi stante il totale disinteresse e la irresponsabilità di Sindaco, Giunta, Consiglieri e dirigenti comunali.

 

La irregolare erogazione dell’acqua, che lascia a secco interi quartieri, è ormai una regola.

Relativamente alla presenza di nitrati nell’acqua potabile, In data 3 Dicembre 2018 la IV Commissione Igiene e Ambiente del Comune così si esprimeva, concludendo ” che non si hanno, allo stato attuale, notizie ufficiali  sulle analisi chimiche delle acque

I cittadini non vengono informati dei risultati delle analisi,con valori sempre ai limiti massimi consentiti non pubblicate nel sito istituzionale.

 

 

Nostro impegno: messa in sicurezza e controllo continuo, anche attraverso telecamere.

Il mio impegno per il Centro Storico oggi quasi un cimitero

 

Intraprendere tutte le iniziative per far rivivere il Centro Storico incoraggiando il ritorno degli artigiani, dei commercianti e degli abitanti con detassazione e incentivando la contrazione di mutui a tasso zero.

 

Finita queste prima fase, durata dieci anni, di imbrattamento dei fatiscenti fabbricati con ceramiche di pessimo gusto cancellando l’anima della Kasbah e i suoi caratteri originari.

 

In pratica Cristaldi ha curato il centro storico per farne un museo a cielo  aperto per le sue ceramiche che nessuno avrebbe mai conosciuto.

A questo punto è indispensabile che intervenga la politica.

Il primo provvedimento da portare a compimento il Piano particolareggiato del Centro Storico già pronto nel 2003 e sospeso per intoppi burocratici. Senza questo strumento si può fare solo manutenzione ordinaria e non si può cambiare destinazione d’uso. Chi parla di rilancio del Centro Storico senza la dovuta competenza racconta favole!

Il mio impegno per Tonnarella

Dopo 10 anni di Amministrazione Cristaldi Tonnarella è peggiorata:

  • La strada frana continuamente; non è stata ripristinata la pubblica illuminazione nel litorale da Via del Mare verso Capo Feto;
  • quel che resta della spiaggia doveva essere fruibile non solo nel periodo estivo ma anche in altre stagioni, nulla è stato fatto;
  • non sono stati capaci di spendere 23 milioni di Euro per la realizzazione della rete fognaria, somma assegnata nel 2012 senza interessamento di alcuno ma solo perché la Comunità Europea aveva intrapreso azione di responsabilità contro l’Italia;
  • I cittadini aspettano una grande piazza con strutture e servizi, che costituirà un luogo d’incontro di residenti e turisti;
  • Recentemente l’attuale Amministrazione ha partecipato con proprio progetto al bando per il ripascimento della spiaggia e come al solito anche questo progetto è stato bocciato.

Mi occuperò di tutto questo all’indomani delle elezioni.

Il mio impegno per la viabilità

La ferrovia taglia i due la città e ne blocca lo sviluppo oltre a provocare disagi alla popolazione.

Considerato che il tentativo di eliminare la ferrovia non è stato raggiunto dall’Amministrazione Cristaldi, l’unica soluzione percorribile è quella di creare altri sottopassaggi.

Bastava copiare quello che ha fatto il Comune di Marsala che ha ottenuto €. 19 milioni per eliminare passaggi a livello o quello che ha fatto il Comune di Trapani che ha concordato con la R.F.I. Rete Ferroviaria Italia, che se ne è accollata la spesa dell’eliminazione del passaggio a livello di Via Marsala.

Il mio impegno è per l’aggiornamento degli strumenti urbanistici necessari allo sviluppo della città:

  • PRG Piano Regolatore Generale
  • Piano Regolatore del Porto
  • Piano di sviluppo del demanio marittimo.

 

Il mio impegno da anni, quale presidente del Centro Studi “La Voce” per l’escavazione del Porto canale

Nel 2012 il Ministero dell’Ambiente ha finanziato un primo stralcio di €. 2,2 milioni (non per l’interessamento di Cristaldi) ma l’Amministrazione non è stata capace di spenderli per diatribe con gli ambientalisti sulla collocazione dei fanghi.

Sembrerebbe che Cristaldi sia più interessato a interrare e coprire lo specchio d’acqua adiacente il porto nuovo ( cosiddetta colmata B )che alla escavazione del porto-canale.

Nel contempo il fiume Mazaro continua a ricevere gli innumerevoli scarichi fognari di interi quartieri, provocando insostenibili miasmi.

La melma oggi è ancora tale e quale, anzi quasi pietrificata.

Noi del Centro Studi “La Voce” abbiamo detto e scritto proponendo anche  la soluzione.

 

 

Il mio impegno per lo sport

Nel 2009 Cristaldi, fra le tante balle  che scriveva e raccontava, s’impegnava al “recupero degli impianti sportivi di contrada Affacciata trasformandoli in involucri ( sic !) della cittadella dello sport.”

Nel 2014 sempre Cristaldi proponeva “l’adeguamento degli impianti esistenti, il passaggio dalla Provincia al Comune dell’impianto di tiro a volo e la costruzione di un impianto moderno legato allo sport del tiro a segno con carabina che assicurerà l’afflusso degli appassionati provenienti da ogni parte d’Europa”.

Non è nota alcuna cittadella dello sport in contrada Affacciata né in altri luoghi; il campo sportivo adiacente al Palazzetto dello Sport è rimasto inutilizzato e in stato di abbandono e i fabbricati limitrofi sono stati irrimediabilmente danneggiati.

Nessun passaggio del campo olimpionico di tiro a piattello, ideato dal sottoscritto, è stato fatto. Dell’impianto moderno legato allo sport del tiro a segno con carabina, solo l’approvazione di qualche delibera poi inspiegabilmente revocata! Cristaldi non ci ha mai informati del perché .

Mi lotterò perché il campo olimpionico di tiro a piattello, mia creatura, diventi di proprietà comunale.

 

Attività Tributaria – Pressione Fiscale

Siamo più volte intervenuti in difesa dei cittadini spellati, l’Amministrazione Cristaldi sarà ricordata per:

  • aver aumentato le aliquote IMU del 7 x mille del 2009 al 10,10 x mille nel 2013;
  • aver raddoppiato l’addizionale IRPEF dallo 0,4 del 2009 allo 0,8 del 2013 senza previsioni di esenzioni;
  • aver triplicato il costo del servizio rifiuti da €. 5.073.751 del 2009 a €. 12.938.904 del 2017;
  • aver aumentato: costi cimiteriali dei vecchi loculi da €. 400,00 a €. 2.400,00 e la tumulazione da €. 10,00 a €. 200,00;
  • aver aumentato il canone idrico del 24,68%;
  • aver aumentato oneri di urbanizzazione e costruzione del 300%;

Alla fine i cittadini diventano vittime di “ingiustizie” e le loro eventuali richieste di modifiche o annullamento in autotutela non vengono prese in considerazione dall’ufficio.

Mi impegno a proporre un condono sui tributi locali ( Legge 27 Dicembre 2002 n. 289 art.13 ) !!!

 

 

 

 

 

 

 

 

Rilanciare Mazara due con progetti sociali: da Ghetto a Residenza

Quartiere “Mazara due” sorto con i fondi del terremoto del 1981, con una popolazione iniziale di 2000 abitanti, oggi ridotti a 1.278.

Un quartiere reso invivibile dalla poca o quasi nulla attenzione delle Amministrazioni comunali Macaddino prima, Cristaldi dopo.

le strade sono dissestate, non si effettuano disinfestazioni né derattizzazioni, non si cura il verde pubblico. Nessuna attenzione viene riservata alle scuole d’obbligo che  si presentano in parte danneggiate e inutilizzate. I locali commerciali sono chiusi per infiltrazione d’acqua piovana, molte abitazioni sono fuori uso.

Il Centro Studi “La Voce”  nel mese di ottobre 2015 ha fatto presente all’Amministrazione comunale che con la legge di stabilità 2015 poteva esser presentato entro il 30 novembre 2015 un progetto dell’importo di 2 milioni di Euro con finanziamento del 100%.

Hanno fatto orecchi da mercante… sono stati insensibili.

Valorizzare Borgata Costiera creando un Campo di Bocce, un Campo di calcetto e un Grande Parco Attrezzato.

Cristaldi è stato capace di chiudere tutti gli uffici pubblici presenti in città senza giustificazioni plausibili.

  1. Sezione Distaccata del Tribunale di Marsala, Via Toniolo;
  2. Distaccamento Agenzia delle Entrate di Marsala, piazza della Repubblica;
  3. Distaccamento Camera di Commercio, Industria e Artigianato, piazza della Repubblica;
  4. Distaccamento dell’Ufficio del Territorio di Trapani (Catasto), Via XX Settembre;
  5. Ufficio del Giudice di Pace, Via F.sco Crispi;
  6. Distaccamento INPS, Via Santa M. di Gesù;

Tutto questo ha creato tanti disagi ai cittadini costretti a recarsi a Marsala e Trapani.

Non si è fermato qui, ha chiuso anche:

  1. il mercato ittico (piccola pesca) di piazza dello Scalo e oggi la vendita viene fatta in banchina in condizioni di scarsa igiene;
  2. il mercato ortofrutticolo di Via Favara Scurto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le OCCASIONI che il Sindaco Cristaldi ha perduto

Richiesta di:

  • finanziamento per le scuole n. 3 progetti da €. 880.000,00 cadauno, bocciati perché le opere non erano previste nel Piano Triennale Opere Pubbliche…. ignoranti!
  • ZFU_ Zone franche urbane, un’opportunità per il rilancio del territorio anche attraverso investimenti in infrastrutture, aiuti alle piccole e medie imprese nonché esenzione di tasse;
  • GAL_Gruppi d’azione locale, rappresenta il fulcro dell’azione locale localizzata a favore del progresso in agricoltura;
  • PAES_Piano d’azione per l’energia sostenibile, dieci comuni della Provincia di Trapani hanno ottenuto finanziamenti, Mazara del Vallo non è fra questi. Avremo potuto risparmiare fino al 50% del costo dell’energia elettrica;
  • Piano delle periferie, legge di stabilità 2015, sembra essere stata fatta su misura per “Mazara due” s potevano ottenere finanziamenti per 2 milioni di Euro:
  • Nessun finanziamento per gli impianti sportivi perché il Comune non ha partecipato al bando, così il palazzetto dello sport di contrada Affacciata resta in stato di abbandono in parte un rudere non utilizzato;
  • Norme per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base del centro storico. Legge 10 luglio 2015 N. 13 il Comune ha approvato la tipologia edilizia esistente.
  • Accesso a finanziamenti per bonificare il territorio dall’amianto L.R. 10/2014 non applicata a Mazara del Vallo

 

 

 

 

Costi annuali della politica a Mazara €. 1.025.000,00

Su iniziativa del Centro Studi “La Voce” è stato ridotto il gettone di presenza dei Consiglieri comunali da €. 92,60 a €. 64,00 ma i Consiglieri  non hanno restituito la maggiore somma incassata in precedenza …. Bravi anche questi Consiglieri uscenti!

Il costo annuale del Sindaco, Giunta, Consiglieri è di €. 875.587,80!

A questi bisogna aggiungere le spese dello staff di segreteria con personale esterno all’Amministrazione pari a €. 150 mila annui con assunzioni illegittime e strapagate.

Spicca tra queste assunzioni la Dirigente della Segreteria particolare con un costo annuo di 72.000,00  Euro, contemporaneamente impiegata presso l’Assemblea Regionale Siciliana con un ulteriore stipendio di 1800,00 Euro al mese. Stava a Mazara o a Palermo?

In dieci anni oltre 10 milioni di Euro con risultati molto deludenti.

Mazara non meritava questa classe politica, in particolare l’ex Sindaco Macaddino che del malaffare ne ha fatto ordinaria amministrazione e non ultimo il Sindaco Cristaldi che ha gestito la cosa pubblica con atti clientelari e sprechi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gestione rifiuti

Possiamo definire irresponsabile, clientelare, illegittima e illegale, prima attraverso una gestione scellerata della coppia Truglio-Macaddino nella “Belice Ambiente”, dove il malaffare era di casa, dichiarata fallita il 16 dicembre 2016 con danni per i cittadini che si ripercuoteranno per molti anni.

Anche con Cristaldi, cui va attribuito il merito di aver fatto triplicare il costo del servizio rifiuti da €. 5 milioni a €. 15 milioni in dieci anni dovuto anche ai maggiori costi del conferimento rifiuti in discarica pari ad almeno un milione di Euro annui per mancata raccolta della differenziata, la cui responsabilità è solo ed esclusivamente del Cristaldi.

Mai, come durante la gestione Cristaldi, Mazara è stata letteralmente sommersa dalle montagne di rifiuti in ogni angolo!

Un vero abuso la gestione dei rifiuti, a partire dagli affidamenti di somma urgenza della raccolta rifiuti, spesso illegittimi.

Per non parlare del personale amministrativo illegittimamente e illegalmente assunto, nell’indifferenza degli organi inquirenti, in parte distaccato al Comune di Mazara del Vallo in savrannumero, ma sostenitori dell’Amministrazione Cristaldi, addirittura qualcuno candidato nelle ultime elezioni amministrative nelle liste a sostegno di Cristaldi, altri hanno candidato la moglie, parenti e amici.

Non si escludono i casi di assunzione di personale da parte delle imprese affidatarie della raccolta rifiuti di personale coincidente, casualmente, con compari, comari e familiari degli addetti al settore.

Tutte queste clientele potrebbero avere un ritorno di consenso elettorale con un presunto voto di scambio, o addirittura un conflitto d’interessi.

Con la mia presenza in consiglio comunale finisce questa gestione allegra e sprecona.

 

 

 

10 anni di gestione clientelare del suolo pubblico

Il caso più eclatante – Piazza Regina!

il Sindaco Cristaldi ha seguito personalmente la costruzione abusiva del nuovo Chiosco Diadema appartenente alla famiglia della Consigliera comunale del PD e segretaria dello stesso partito.

Abbiamo nel tempo segnalato l’illegittimità e l’illegalità della concessione del suolo pubblico alle autorità competenti e attendiamo i risvolti.

È stato consentito di occupare marciapiedi e sedi stradali in dispregio al codice della strada esponendo a rischi i pedoni obbligati a scendere nella sede stradale.

Anche l’affidamento di lavori e servizi alle solite ditte senza progetti, senza direzione dei lavori; il tutto affidato sempre alle stesse imprese.

 

 

“Indietro non si torna” è uno slogan dell’Amministrazione Cristaldi

dieci anni d’intensa attività che hanno cambiato il volto della città”

…… dichiarazione del candidato sindaco Martingiglio avvallati anche da alcuni Consiglieri di maggioranza.

Così è scritto nel giornalino del sindaco “La Frontiera” che appare in occasioni di elezioni per scomparire subito dopo.

Di opinioni similari, ma approdato in altri schieramenti, è Billardello ……“oggi Mazara è un’ altra città. Bisogna continuare il percorso virtuoso tracciato in questi anni

 

In verità queste dichiarazioni sono solo autoesaltazioni….

In questi 10 anni il sindaco ha snobbato il Consiglio comunale rendendosi latitante cancellandone la funzione, evitando qualsiasi confronto abolendo in pratica la DEMOCRAZIA,  ha snobbato i Consiglieri comunali non rispondendo alle interrogazioni, non ha mantenuto gli impegni assunti con il programma elettorale del 2009 e con quello del 2014, ha disatteso le leggi, si è servito della carica per servire se stesso ed il suo enturage.

 

Stessi risultati si avrebbero se risultasse eletta a Sindaco Martingiglio che rappresenta la continuità dell’Amministrazione Cristaldi. Di fatto la prosecuzione della Monarchia.

 

Altrettanti risultati si avrebbero con Salvatore Quinci  che accomuna attorno alla sua figura buona parte della maggioranza e della opposizione consiliare  alla Giunta Cristaldi, nonché il malaffare del gruppo Macaddino.

 

La candidatura a Sindaco del Quinci appare misteriosa e con uno stile ingannevole sia per la conoscenza di dati sensibili di tutti i mazaresi sia per un inquietante contorno di consulenti, apparentemente esperti, ben orchestrati come se addestrati da una regia occulta.

 

 

 

 

Provvedimenti giudiziari subiti

1988 Tribunale di Marsala Avviso di garanzia art. 416/bis su iniziativa del dott. Rino Germanà, ex dirigente del Commissariato di Polizia di Mazara del Vallo, un poliziotto politicizzato coadiuvato da poliziotti ignoranti.

PROSCIOLTO IN ISTRUTTORIA

1990   Tribunale di Trapani misure di prevenzione e confisca dei beni a           seguito dell’Avviso di garanzia del 1988;

NON LUOGO A PROCEDERE

2009  Tribunale di Marsala – procedimento penale su iniziativa di Giorgio           Macaddino + 3, accusato di tentata estorsione nei confronti della           “Belice Ambiente”;

ASSOLTO A FORMULA PIENA PERCHE’ NON SUSSISTE IL FATTO

 

Procedimenti intentati

2013   Tribunale di Marsala – procedimento contro Macaddino + 15 per           appalti e incarichi di progettazione illegittimi.

ASSOLTI  MA PER PRESCRIZIONE

2014   Corte dei Conti condanna l’ex Sindaco Macaddino a risarcire il Comune di Mazara del Vallo di €. 40.000,00 per avere conferito        incarichi illegittimi. Condanna confermata in appello!

2015  Tribunale di Palermo  condanna ad un anno e sei mesi l’Avv.      Francesco Truglio,     amministratore “Belice Ambiente” e il rag.         Nicosia dirigente della   stessa società per fatture false      intestate a soggetti inesistenti per tassa sui rifiuti, entrambe         persone di fiducia dell’ex Sindaco di Mazara del Vallo Giorgio     Macaddino.

 

 

 

 

Esempi di buon governo

da Assessore provinciale ai Lavori Pubblici, risultati concreti

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

 

 

 

 

 

 

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE

 

 

 

 

 

 

CAMPO OLIMPIONICO DI TIRO A PIATTELLO

 

1980-1990 RIFACIMENTO DI TUTTE LE STRADE PROVINCIALI NEL TERRITORIO DI MAZARA

Curriculum politico

1970   eletto Consigliere comunale a Mazara del Vallo

1975   rieletto Consigliere ed eletto assessore comunale

1980   eletto Consigliere provinciale sino al 2009, ricoprendo le cariche di           assessore al patrimonio e contenzioso, ai Lavori Pubblici e           all’Ambiente

1987   candidato alla Camera dei Deputati : il più votato di tutti i partiti

1988   componente del Consiglio di Amministrazione dell’azienda provinciale del Turismo di Trapani sino al 1994

2001-2002 Presidente del Comitato permanente “Lu Fistinu di Santu Vitu”         riportato agli antichi splendori

2014   Presidente del Centro Studi “La Voce” per difendere e proteggere   i diritti di tutti, carica che ricopre ancora oggi.

Dopo quarant’anni ritorno al Comune per sparigliare:

  • i comitati d’affari;
  • per fare rispettare le leggi;
  • per un taglio netto col passato;
  • per fare applicare le leggi anticorruzione al Comune di Mazara del Vallo.

vota il candidato al Consiglio comunale

scrivi PIPITONE e segna con una X Forza Italia

e hai già scelto il Sindaco della tua città

professoressa Benedetta Corrao

Unica in grado di interloquire con il Governo regionale

 

FOTO + SIMBOLO

 

 

 

 

UN POLITICO TRA TANTI POLTICANTI!

Questa pagina è stata vista 137 volte, clicca sui bottoni qui sotto per condividerla, aiuterai il centro studi ad essere conosciuto anche dai tuoi amici!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riscrivi la combinazione di numeri e lettere *