Gestione dilettantesca e illegittima del suolo pubblico a Mazara.

A S.E. Prefetto di Trapani

Al Sig. Sindaco di Mazara

Al Comandante Vigili Urbani

Mazara

Oggetto: gestione dilettantesca e illegittima del suolo pubblico a Mazara.

Abbiamo più volte denunciato le difficoltà che incontrano i pedoni, nel camminare in questa Città, dovute alla occupazione, spesso totale, dei marciapiedi a favore di tavolini e sedie di bar e/o di cassette di frutta e verdura.
Aspetto grave di uso e abuso da parte di privati di un bene comune, considerando che funzione peculiare dei marciapiedi è quella di garantire, per legge, la sicurezza dei pedoni.
In particolare ci preme segnalare alla Loro Attenzione lo stato della Piazza Mokarta, considerata a ragione il salotto della Città, occupata da sempre da un gran bazar di cianfrusaglie e ultimamente invasa da tavoli e sedie, non sappiamo quanto legittimamente!
Dalla data di inaugurazione del bar Diadema ( 9 giugno u.s. alla presenza dell’attuale Sindaco), infatti, gran parte della piazza è stata occupata da sedie e tavolini che impedivano la circolazione delle auto con la pretesa che la zona fosse diventata area pedonale, prima ancora che comparisse opportuna segnaletica. Come dire: fai i tuoi affari, basta aver fatto domanda e poi le “carte” le sistemiamo.
Nei giorni successivi c’è stato un alternarsi di allocazione di un segnale verticale di divieto di transito subito dopo coperto da un sacco nero, poi rimosso, infine ricollocato con indicazione di accesso consentito soltanto ai residenti ( per inciso nel palazzo adiacente abita l’attuale vice Sindaco).
Ancora più ”bizzarra” l’occupazione con sedie e tavolini degli stalli destinati ai disabili di fronte alla Banca Monte Paschi, prima rimossi e cancellati e, dopo le assolutamente opportune vibrate proteste di alcuni disabili, ripristinati al posto iniziale ma senza la dovuta zona di rispetto di 120 cm per le manovre di salita e discesa (secondo l’art. 40 del Codice della Strada e le prescrizioni cogenti previste dal regolamento attuativo)
Naturalmente, secondo una consolidata e illegittima abitudine, il marciapiedi a fianco del bar è intransitabile perché occupato da bidoni della spazzatura e da sedie e tavolini da utilizzare al bisogno. E la sicurezza dei pedoni?
Il tutto, ci risulta al momento, senza alcuna autorizzazione. Non vi è infatti, alla data odierna, alcuna traccia di concessione nella sezione Amministrazione Trasparente del sito ufficiale del Comune.
Poiché con il cambio dei Sindaci sembrerebbe non cambiare l’atteggiamento di chi spadroneggiava prima (leggasi l’occupazione abusiva dell’intera Piazza Regina con la compiacenza dell’Amministrazione Cristaldi) siamo certi che prima o poi l’intera Piazza Mokarta verrà occupata dalle sedie e tavolini del Bar Diadema con buona pace della Scultura del celebre concittadino Consagra che, limitando la fisiologica e imperterrita espansione del suddetto Bar, sarà giocoforza spostare se non definitivamente rottamare.
Ricordiamo, per inciso, che sculture del Maestro sono state recentemente allocate al Quirinale, quale esempio di arte moderna.
Attendiamo uno scatto di orgogliosa resipiscenza da parte delle Istituzioni e l’affermazione che nessuno può operare contra legem.

P.S. Riferimento prefettizio. Fasc. n.329/2019 Asse I° del 28.02.2019

Mazara del Vallo, 15.07.2019
Il Presidente
Girolamo Pipitone

Questa pagina è stata vista 195 volte, clicca sui bottoni qui sotto per condividerla, aiuterai il centro studi ad essere conosciuto anche dai tuoi amici!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riscrivi la combinazione di numeri e lettere *