AMMINISTRATORI, SE CI SIETE BATTETE UN COLPO.

Le lungaggini burocratiche e le incompetenze diffuse bloccano lavori essenziali per la fruizione della città e del territorio.

Strada provinciale Mazara Granitola. E’ di qualche giorno fa’ la notizia di un ulteriore grave incidente occorso su quella strada, ormai assurta a protagonista di una ennesima “incompiuta”.

Nel lontano 18.11.2011 sono stati affidati ad una impresa, a seguito di una regolare gara, i lavori di completamento dell’arteria. I lavori, come ben sappiamo, per un contenzioso non risolto con l’aggiudicatrice, non sono stati completati.

L’amministrazione provinciale ha provveduto, dopo vari tentativi di superamento del contenzioso, nel dicembre 2013 a dichiarare risolto il contratto d’appalto e ha proceduto a nuova progettazione esecutiva. Il nuovo progetto, comportante una spesa di € 5.637.830,75, e’ stato approvato il 14 aprile 2015.

La gara d’appalto, a cui hanno partecipato ben 248 imprese, regolarmente espletata da parte dell’U.R.E.G.A. (Ufficio Regionale Espletamento Gare d’Appalto), si è conclusa con la restituzione alla provincia nel luglio 2016 di tutti gli atti per l’esecuzione degli adempimenti successivi alla aggiudicazione provvisoria.

Sono trascorsi ben 8 mesi e, a dire dei tecnici della Provincia, per imprecisate, misteriose difficoltà insorte nell’utilizzo dei sistemi informatici dell’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione), il RUP ( Responsabile Unico del Procedimento) non è ancora in grado di effettuare l’aggiudicazione definitiva.

Destino cinico e baro o, semplicemente, inefficienza e qualche incompetenza del circuito?

Suggeriamo al Sindaco Cristaldi, che con tanta enfasi ci ha ammannito proclami bellicosi che minacciavano sfracelli, compreso l’acquisizione da parte del comune della proprietà della strada, di informarsi su questi incresciosi ritardi ed intervenire per rimuovere, ove mai ne fosse capace, gli ostacoli che si frappongono alla realizzazione dei lavori.

Gli suggeriamo, con deferente rispetto delle mediocri prestazioni della struttura tecnica comunale, di recedere dal tentativo di avocare a se’ la realizzazione dell’opera.

Che la nostra amministrazione brilli per incompetenze diffuse, non è più un mistero per nessuno.

Riportiamo alcuni esempi di incapacità realizzativa, che i cittadini potranno verificare direttamente. Noi forniamo solo alcuni elementi di riflessione.

Via Cartesio. Nel lontano 2011, nominato con determina dirigenziale il RUP e progettista dei lavori nella persona di un diligente (?) impiegato comunale, iniziano i defatiganti lavori di progettazione. Ben due anni dopo, nel 2015, la giunta approva il progetto e si procede dopo alcuni mesi a indire la gara d’appalto. Malauguratamente il vincitore rinuncia. Il nostro Centro Studi, nel tentativo costante

di essere attento e propositivo, il 17 giugno del 2015, fa rilevare che nell’espletamento della gara sono stati commessi errori nell’applicazione dell’art.6 ex DLgs 103/2006.

Ebbene, per far scorrere la graduatoria e assegnare definitivamente l’appalto, e’ trascorso quasi un anno. I lavori partono, ma non si riescono a portare avanti per evidenti carenze progettuali che non hanno previsto il corretto collegamento alla rete fognaria, al momento impossibile da eseguire. Consideriamo questi inconvenienti semplici da eliminare e siamo pronti a collaborare con gli uffici tecnici per suggerire possibili soluzioni.

Iniziata nel 2011, questa vicenda non si è ancora conclusa e forse passeranno ancora anni per completare una stradina di poche decine di metri. E il Sindaco, ingenuo sostenitore del pregio dei “suoi” tecnici, vorrebbe affrontare i lavori della Mazara – Granitola? Cerchiamo di non perdere il senso del ridicolo, per favore.

E a proposito di reti fognarie, un “esperto” progettista esterno, in Viale Africa ha messo in opera una raccolta di acque meteoriche che, appena superata la ferrovia, finisce nel nulla, senza sbocco praticabile.

Avevamo segnalato anche noi una carenza paradossale: un cittadino, autorizzato a collegarsi con la rete di acque nere, sempre in Viale Africa, semplicemente si è accorto che la rete, riportata nelle planimetrie, e’ introvabile! Ai lettori il commento.

Infine segnaliamo un’altra incompiuta: la Via Einstein. Da anni da completare, con rischi consistenti per chi fruisce di quella strada. Aspettiamo un incidente grave per intervenire?

Abbiamo più volte detto che la caratteristica di questa amministrazione e’ la mediocrità. Non vorremmo essere costretti ad aggiungere un altro sostantivo, ancora più pesante per chi ha il dovere di assicurare la pubblica incolumità: incoscienza.

Riflettete cari amministratori e fate un atto di umiltà, chiedendo soccorso a competenti che sono disposti per solo spirito civico a aiutare un’amministrazione irrimediabilmente pressappochista.

Mazara del Vallo, 06.03.2017

Centro Studi “La Voce”

Il Presidente

geom. Girolamo Pipitone

Questa pagina è stata vista 29 volte, clicca sui bottoni qui sotto per condividerla, aiuterai il centro studi ad essere conosciuto anche dai tuoi amici!

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *